Ho assaggiato: “FALERNO DEL MASSICO CONCLAVE 2009 – GENNARO PAPA”

conclave2009

 

Intenso come il sangue. Rosso rubino con sentori di nocciola.

Ho avuto immediatamente la sensazione di bere un vino importante.

Alcolico (14,5%), potente, strutturato, frutto surmaturo, da meditazione. Nonostante queste caratteristiche chiude la beva sempre in maniera rinfrescante ed amara.

In questo vino tutto è eccessivo, ma “equilibrato”.

Sembra di bere un barbaresco o comunque uno di quei vini strutturati del nord.

Il prezzo è un affare. Consigliato per occasioni speciali.

Ho assaggiato: “BARBERA D’ASTI – ENRICO SERAFINO”

enrico-serafino-barbera-dasti

Questa barbera DOCG è un vino immediatamente piacevole.

Si tratta di un rosso fermo dal colore rosso rubino.

Belli i sentori d’uva. A differenza dei vini piemontesi “tosti” fa della versatilità di abbinamento la sua caratteristica.

Bevuto con provola sciolta, rucola e crudo, ma perfetto anche con formaggi stagionati.

Da bere anche d’estate

Ho assaggiato: “FIANO DI AVELLINO PIETRAINCATENATA 2009 – LUIGI MAFFINI”

maffini-pietra-incatenata

 

Questo fiano di Luigi Maffini è delizioso.

Di colore giallo oro, è fruttato e profumato si beve che è un piacere, ma si percepisce subito che è un vino importante.

Non mi aspettavo un simile risultato da un vino del 2009.

Insieme a scialatielli ai frutti di mare (con le telline, che preferisco) mi ha dato vero piacere.

Consigliato a chi vuol bere o regalare un vino importante.

Ho assaggiato: “STIGNANO SUPERTUSCAN 2007 – SAN VINCENTI”

stigliano2007

Si tratta di un supertuscan con uvaggio 50% merlot e 50% sangiovese.

Di un bel colore rosso rubino, ha sentori di frutti rossi e ciliegia.

Una gradazione di 14% e una buona struttura lo fa associare a piatti consistenti, a base di sughi e ragù.

Io però ho trovato il tannino abbastanza aggressivo.

Mi aspettavo qualcosa in più visto anche il prezzo di quasi 20 euro.

 

Ho assaggiato: “PIEDIROSSO 2012 – Cantina del Taburno”

PIEDIROSSO

 

Si tratta di un vino che mi ha sorpreso per le doti di equilibrio generali che ho percepito dal suo assaggio.

All’apertura il tappo mi ha dato una sensazione di pulizia e gradevolezza.

Ha un colore rosso intenso, quasi impenetrabile, un odore di ciliegia.

Il tannino è gentile ma deciso, buona mineralità. E’ sapido e molto bevibile.

L’ho abbinato a braciole al sugo ripiene con pinoli ed uva passa, una vera leccornia ed insieme si sono sposati perfettamente.

Non l’ho acquistato ma ricevuto in regalo. Ho visto sui principali portali di vendita del vino che si attesta intorno ai 12.5 Euro, un prezzo in linea con il prodotto.

Consigliato.